Riduzione del seno

Home Riduzione del seno

Cos'è l'estetica per la riduzione del seno?

Il seno è uno degli organi sessuali più importanti delle donne. Il seno gioca un ruolo importante nel far sentire una donna bella e sicura di sé. Il seno inizia a svilupparsi prima della pubertà e continua a cambiare fino alla fine dell’età riproduttiva. La nascita, l’aumento di peso, l’allattamento al seno, l’avanzare dell’età causano cambiamenti nelle dimensioni del seno e nel grado di rilassamento. A volte, fin dai primi anni dell’adolescenza, il seno può essere molto grande rispetto al corpo per ragioni genetiche e ormonali.

CHI E’ ADATTO ALLA CHIRURGIA?

Le persone di 18 anni che non hanno alcun danno nell’avere un intervento chirurgico e sottoporsi ad anestesia generale sono adatte a questo intervento.

C’È PERDITA DI SENSAZIONE DOPO L’INTERVENTO?

La tecnica chirurgica che abbiamo utilizzato negli ultimi anni ha lo scopo di proteggere il tessuto associato al capezzolo e la sensazione al capezzolo. Inizialmente, può verificarsi una temporanea perdita di sensibilità fino a 1 anno, specialmente in seni molto grandi e cadenti. Questa tecnica non provoca una perdita permanente di sensibilità.

C’È UN CAMBIAMENTO NELLA FORMA DEL SENO QUANDO I SOGGETTI CHIRURATI HANNO DATO? PU ALLATTARE?

È nostra raccomandazione di non rimanere incinta per 2 anni quando la guarigione della ferita è completata dopo un intervento chirurgico di riduzione del seno. Durante la gravidanza, l’aumento di peso controllato e la protezione dalle screpolature mantenendo la pelle umida non faranno un grande cambiamento nella forma del seno.

La funzione dell’allattamento al seno diminuirà man mano che il tessuto durante l’allattamento si restringe. Tuttavia, a volte le rimanenti ghiandole del latte possono funzionare molto bene e completare la carenza.

LA CHIRURGIA RIDUTTIVA DEL SENO HA UN EFFETTO O UN RUOLO PREVENTIVO SULLO SVILUPPO DEL TUMORE AL SENO?

La chirurgia di riduzione del seno non causa lo sviluppo del cancro al seno. Non aumenta il rischio. Riduce persino la quantità di tessuto che può potenzialmente sviluppare il cancro al seno. Tuttavia, questo non è completamente protettivo. Le persone dovrebbero continuare il loro follow-up di routine (mammografia, USG al seno) dopo l’intervento chirurgico.

× Come posso aiutarla?